EXPERIENCE SCUOLA E TERRITORIO, ACCORDO FIRMATO. IL QUESTORE, SALUTO E FOTO CON LA SQUADRA

 In Banner Slider, Home, Prima squadra

FROSINONE – Nella sala conferenza del ‘Benito Stirpe’ è il giorno della firma dell’accordo di collaborazione del progetto Experience ‘Scuola’ e ‘Territorio’. Presenti gli attori protagonisti di questa vera e propria sinergia attorno alla realtà del Frosinone Calcio, rappresentato dal Direttore Marketing & Comunicazione-Rapporti Istituzionali, Salvatore Gualtieri. Presenti per la Questura di Frosinone, il massimo dirigente dottor Filippo Santarelli, il vice questore dottoressa Antonella Chiapparelli, il dottor Stefano Mancini, la dottoressa Emilia Celani. Per il Comune l’assessore allo Sport, Valentina Sementilli. Il Provveditorato agli Studi rappresentato dal dottor Pierino Malandrucco, con lui la professoressa Patrizia Campagna, la coordinatrice per gli Istituti della provincia dei progetti scuola-sport. L’Università di Cassino-Lazio Meridionale presente con il professor Luigi Di Santo del Dipartimento di Economia e Giurisprudenza, infine per l’Accademia delle belle Arti il direttore professor Luigi Fiorletta. In sala anche il dottor Luigi Conti della Banca Popolare del Frusinate, main sponsor del Frosinone.
“Insieme in campo – introduce il direttore Gualtieri – è un accordo di collaborazione che avevamo ampiamente dettagliato già nel mese di ottobre durante una conferenza stampa. Oggi firmeremo questo protocollo con gli Enti qui presenti, successivamente ci sarà la stipula della collaborazione anche la Bpf e la Confcommercio”.
E’ la volta del questore dottor Filippo Santarelli: “Voglio ringraziare il Frosinone per l’iniziativa unitamente a tutti gli altri Enti che hanno concorso in questo comune impegno. Siamo nel tema della sinergia per poter trasmettere un messaggio di legalità e sport tra soggetti orientati verso le giovani generazioni. Un passaggio importante per il futuro delle giovani generazioni al quale anche il Capo della Polizia tiene in modo particolare. Siamo orgogliosi di poter essere qui”. E poi c’è uno spazio anche personale, dovuto: “Il mio oggi vuole essere anche un momento di saluto, da lunedi andrò a dirigere la questura di Modena. Ma gli uomini restano e la Polizia di Stato continuerà a collaborare con tutte le componenti sul territorio”.
E’ il momento della firma da parte del dottor Malandrucco per il Provveditorato: “Anche io approfitto per ringraziare il Frosinone. E il dottor Santarelli che andrà in un’altra città dell’Italia. Vorrei sottolineare la sinergia tra gli attori di questa iniziativa. Credo che questo a Frosinone sia anche una sorta di progetto pilota che vede protagonista la Società e gli Enti territoriali. Abbiamo messo tanto impegno nel prepararlo, andava curato in maniera dettagliata. Ci vedrà impegnati in un triennio: lo abbiamo chiamato non a caso ‘Insieme in campo’ ma per noi vuole essere punto focale anche fuori dal campo: è il nostro messaggio che vogliamo mandare agli studenti ed anche agli adulti”.
Per il Comune di Frosinone, l’assessore allo Sport dottoressa Valentina Sementilli: “Ringrazio il Frosinone e porto i saluti del Sindaco e del Comune. Siamo onorati di prendere parte a questo progetto che consente la collaborazione di tutti gli Enti presenti sul territorio. Attraverso quella che è la pratica dell’attività sportiva si cerca di veicolare il messaggio migliore volto all’aggregazione ed alla socializzazione”.
Quindi il professor Luigi Di Santo dell’Università di Cassino-Lazio Meridionale: “Ribadisco il nostro entusiasmo per questa iniziativa. Porto i saluti del Rettore, professor Betta. Consideriamo questo progetto il primo passo su un terreno molto complicato, preparare le nuove generazioni, formare le future leve. E permettetemi, il nostro particolare saluto va indirizzato al dottor Filippo Santarelli, punto di riferimento per il nostro territorio in questi anni di permanenza”.
La chiusura dei lavori è di Gualtieri e vuole essere un messaggio di ringraziamento: “Ho conosciuto il dottor Santarelli quando arrivai a Frosinone qualche mese fa, in occasione di una discussione riguardo il futuro Village. Ero un po’ preparato, non lo nego, al rapporto positivo tra il Frosinone e le Istituzioni. Ma non vi nascondo che quando ho incontrato il dottor Santarelli ho avuto trasmessa da lui un’ondata di positività. Non è facile trovare una persona ed un rappresentante delle Istituzioni con questa serenità, tranquillità e disponibilità. Da lui abbiamo avuto una spinta decisiva a compiere questo passo”.
Un velo di commozione sul volto del dottor Santarelli ma è solo un attimo. Quindi un omaggio rivolto a lui dal Frosinone la maglia numero 41 personalizzata: “Il numero l’ho scelto io questo numero – svela il dottor Santarelli – perché nelle nostre comunicazioni-radio la figura Questore è siglato come ‘quarto-uno'”. E giù l’applauso, prima della foto di rito del Questore con tutta la squadra nel frattempo arrivata nella hall conference per l’incontro con la Lega.
Ufficio Stampa
Frosinone Calcio

Articoli Recenti